Si è concluso il concorso che ha presentato i migliori panettoni al mondo. I vincitori? Tutti giovani. Il premio per il panettone farcito a una ventisettenne della provincia di Potenza

 

Milano, 18 novembre 2019. Il panettone parla ancora italiano, anzi napoletano e bresciano. Il concorso ‘Il Miglior Panettone del Mondo‘, organizzato dalla FIPGC Federazione Internazionale Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria, ha visto il trionfo di panettoni made in Italy. I pasticceri del Belpaese, da nord a sud, hanno fatto man bassa di premi nonostante i non pochi pasticceri stranieri (dalla Spagna al Giappone) che hanno provato a cimentarsi con dolce natalizio italiano per eccellenza.

 

I due vincitori sono rispettivamente Gianluca Cecere, napoletano, e Bruno Andreoletti, bresciano, entrambi poco pi๠che trentenni e con la passione per gli impasti e le lievitazioni fin da quando erano poco pi๠che bambini.

 

Cecere, classe 1989, già  Campione Italiano di Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria 2018 e terzo classificato al Campionato Mondiale di Pasticceria 2019 tenuto lo scorso ottobre, ha stupito la giuria con un panettone classico perfettamente lievitato e con un aromaticissimo gioco di arance e limoni canditi che richiamano il profumo della costiera. Grande equilibrio, profumo e morbidezza anche per il panettone di Andreoletti, trentaduenne con la passione per i dolci da quando aveva 13 anni e oggi proprietario di ben due locali a Brescia.

 

Giovanissima la vincitrice della categoria panettone farcito: si tratta di Maria Spadola, 27 anni di Rionero in Vulture in provincia di Potenza che ha trionfato con un panettone alla crema al cioccolato, whisky e arancia.

 

Tra le venti medaglie d’oro assegnate significativa la presenza di un pasticcere giapponese Yahei Sukuzi, che ha realizzato un panettone quasi perfetto per alveolatura, cottura ed equilibrio degli ingredienti. Tra i premi speciali da menzionare quello per l’innovazione nella farcitura assegnato a Luigi Conte, anch’egli napoletano, che a realizzato un panettone con un babà  al suo interno, e alla storica pasticceria Stratta di Torino, che ha ideato una farcitura con una ganache di cioccolato all’acqua. Tra gli stranieri premiati anche due pasticceri spagnoli, Arguellez Fernandez e Enrique Asencio.

 

‘àˆ evidente che il panettone è ormai un dolce che appartiene a tutto il mondo e non solo all’Italia o alla Lombardia afferma il Presidente FIPGC Roberto Lestani ‘“ Ma la maestria degli italiani è ancora ineguagliata. I pasticceri stranieri hanno realizzato degli ottimi prodotti, ma sarà  difficile che nei prossimi anni possano insidiare il nostro primato. Molto bello il fatto che i giovani, dopo aver assorbito gli insegnamenti dei maestri, abbiano saputo innovare rimanendo all’interno delle regole del disciplinare che ne impone dosi, ingredienti e procedure’.

 

I concorrenti in gara erano ben 165, con una evidente preponderanza di italiani ma una nutrita presenza di cinesi, giapponesi e pasticceri provenienti da diversi paesi europei.

 

 

 

 

 

 

 

 

La giuria era formata dai Campioni del Mondo di Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria  Roberto Lestani, Matteo Cutolo, Enrico Casarano  e dai maestri pasticceri pluripremiati a livello internazionale  Mario Morri e Gianni Pina. Per il premio ‘Miglior Panettone decorato’, gli esperti in decorazione pasticceria,  Cinzia Iotti, Claudia Mosca e Gennaro Filippelli.

 

 

La Federazione Internazionale Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria (FIPGC) è l’ente che promuove la pasticceria italiana in tutto il mondo. FIPGC organizza in tutta Italia eventi, fiere, corsi di formazione di alto livello, preparazione One-to-One o di squadra per gareggiare nei concorsi a livello nazionale e internazionale. Dal 2015 organizza i Campionati Italiani e i Campionati Mondiali di Pasticceria e Cake Design. Nel 2017 nascono anche i Campionati Nazionali di Pasticceria Alberghieri d’Italia: promossi insieme al MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università  e della Ricerca, è il primo campionato Juniores di pasticceria dedicato agli istituti alberghieri, che dà  modo ai giovani che vogliono intraprendere la professione di confrontarsi con i grandi maestri d’Italia.

 

Ufficio stampa:

K words – Piazza Sicilia 6, Milano ‘“ Tel. 02.45486501

Paola Vernacchio p.vernacchio@kwordsmilano.it ‘“ 334.6766252

Federica Piechele f.piechele@kwordsmilano.it – 340-1234444

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu